martedì 21 ottobre 2014

ADDIO A LILLI CARATI, UNA CARRIERA TRA CINEMA DI GENERE E TOSSICODIPENDENZA

E' MORTA OGGI ALL' ETA' DI 58 ANNI LILLI CARATI, UNA DELLE ATTRICI SIMBOLO DEI FILM DI GENERE DEGLI ANNI 70.





























Si è spenta oggi all'età di 58 anni Ileana Caravati, conosciuta come "Lilli Carati", nata a Varese nel 1956. Divenuta popolare con i film di genere e le commedie sexy, ebbe una carriera e una vita personale travagliata e angosciante, oscillando sempre tra alti e bassi: il successo popolare, il tunnel della tossicodipendenza, due tentativi di suicidio e un'arresto per droga. 
Tra gli anni 70 e 80 ha lavorato con grandi registi come Fernando Di Leo e ha recitato al fianco di grandi attori come Enrico Maria Salerno, Renzo Montagnani e Stefania Sandrelli, fino a ridursi a girare film pornografici, fonte di guadagno che serviva spesso e volentieri a sostenere i costi delle sostanze stupefacenti. 

video

Dopo un lungo percorso di disintossicazione finalmente l'attrice riesce a rimettersi in piedi, ma nel 2012 le viene diagnosticato un tumore al cervello, la Carati ha continuato a lottare contro questa malattia fino ad oggi, ma questa volta non è riuscita a farcela, dopo aver vissuto una vita da eterna ragazzina ci lascia con il solo ricordo dei suoi film. 


DICIAMO ADDIO AD UN'ATTRICE, CHE INSIEME A GLORIA GUIDA E ALLA FENECH HA FATTO SOGNARE MILIONI DI ITALIANI. 


Nessun commento:

Posta un commento